Skip to main content

Abbi cura di te. L’ho scritto sulla mia torta.
Dall’altro lato della bandierina ho scritto Viva la Vita.

dsc 2333

Non racconterò dei miei primi 40 anni, del passato, perchè non mi piacerebbe minimizzare o riassumere il tutto.
Credo nel cambiamento delle persone, ho lavorato e lavoro moltissimo sulla mia evoluzione.
Mi sono state di grande ispirazione tante storie a me vicine o lontane, anche quelle di persone che non conosco personalmente, i libri, la musica, l’arte e principalmente studiare continuamente la fotografia.
Ho delle paure che vorrei superare, ci lavoro costantemente, ho imparato a respirare, a fermarmi quando la paura mi assale, la guardo in faccia, mi aiuta ascoltarla, passa e vado avanti.
Da ex web designer posso dire che internet nella mia vita è ed è stato di fondamentale importanza; qui in rete ho conosciuto l’amore della mia vita che è padre del nostro adorato figlio e persone con le quali ho rapporti di amicizia indissolubili, ho fatto percorsi di studio mirati, senza disperdermi in inutilità, si può, si fa fatica ma è possibile.

Internet, i social, hanno senso nell’incontro,infatti, ho preso diversi treni anche per fare corsi o per conoscere chi mi ispirava ed ho visto con i miei occhi che quando ci si racconta con verità sui blog, poi si è veri nella vita reale, la vedi tutta quella bella umanità.

Nonostante io abbia incontrato anche degli sciacalli nella mia vita, ho imparato ad avere fiducia negli altri.
La cosa più importante che ho imparato è avere fiducia in me stessa, dirmi “brava” qualche volta,
senza aspettare che lo facciano gli altri. Ho imparato che si può e si deve cambiare idea, che se un percorso è pericoloso devi cambiare strada.
Ho imparato a chiedere scusa se ho torto, ma anche a pretendere rispetto per la mia persona ed i miei valori.

Ora sono sul percorso relazionale, emotivo e lavorativo della cura.
La cura del mio tempo, la cura per la mia piccola famigliola, la cura per le relazioni umane che mi circondano,
la cura per il mio lavoro, per quello che voglio diventi il mio quotidiano.
Se sono in equilibrio, se riesco ad avere cura di me, posso avere cura anche
di chi mi sta vicino o di chi chiede il mio aiuto.

La frase di una canzone dei Pearl Jam rappresenta la mia gratitudine, valeva in passato e mi rappresenta anche nel presente:

I wish I was as fortunate as fortunate as me
(vorrei essere fortunato, come fortunato sono)

Viva la vita, sempre.
Abbi cura di te, sempre.

P.S. avevo scritto un “papiello”, vi ho voluto salvare 🙂

Musica di sottofondo Wishlist dei Pearl Jam

Tonia Capriello

Author Tonia Capriello

More posts by Tonia Capriello

Join the discussion 2 Comments