Skip to main content

Perché lo fai?
Lo so che subito vi parte una famosa canzone, questa domanda mi viene posta spesso, perché parli sul tuo instagram della camera oscura che è una cosa molto di nicchia, costosa, a che serve? Le persone ti ascoltano?
Le risposte le ho tutte e sono molteplici, la prima è nel primo video che ho postato a gennaio 2018 dove parlavo di incontro e condivisione del FARE.
Artigianato Fotografico non è un salotto dove si fa filosofia astratta, ma è un luogo dove le cose si fanno, si agisce, si sbaglia, si riprova, si impara.

Diciamo anche che ad oggi mi seguono quasi 700 persone ed a dire il vero a me questi numeri fanno sempre spavento perché mi immagino, se io dovessi parlare in una stanza con 700 persone sarei la stessa persona che sono dietro allo schermo del mio iphone o del mio mac?

Proprio in risposta a questo cerco di essere quanto più reale ed onesta nello spiegare cosa succede nel mio studio, a fingere poi non ci ricavo niente e nemmeno ad avere 10.000 followers finti.

Ho fatto questa premessa perché quando ho detto alle persone che mi seguono del secondo contest dell’anno, che si è svolto il 15 dicembre 2018, in molti mi hanno risposto, incuriositi.

Sabato si sono presentate 10 persone, molte non le conoscevo e fra di loro  non si conoscevano.

Hanno usato una macchina fotografica con telemetro la mia Vivitar V300N, con una pellicola da 35 mm ilford.

Hanno scattato nella sala posa del mio studio, qualcuno ha preferito montare il set fotografico fuori nel cortile, abbiamo chiacchierato, fatto colazione e pranzato insieme.

Poi hanno assistito allo sviluppo ed alla stampa delle loro foto.

Credo che ognuno di loro abbia dato il massimo in creatività per i 3 scatti che potevano fare.
Il vincitore è stato Elvio Iodice che nella vita  è un fisioterapista e la sua passione è la fotografia.

EPSON MFP image

Le tre foto del vincitore

Le risposte iniziali le ho date con questo post o quasi, se avete domande da farmi sarò felice di rispondervi.

Qui -> trovate il video del contest

 Qui invece potete seguirmi per sapere cosa succede nel mio studio e nella mia camera oscura.

Tonia Capriello

Author Tonia Capriello

More posts by Tonia Capriello